Le 5 scimmie

Adattamento da The Five Monkeys Experiment (with a new lesson) di John Stepper

Nel 1967 fu compiuto un interessante esperimento che vado a descrivervi. Cinque scimmie vennero rinchiuse in una gabbia, ed appeso in alto, fuori dalla portata delle scimmie, fu appeso un casco di banane. Una scala a pioli consentiva l’accesso al casco di banane. Quando la prima scimmia accortasi del casco di banane cominciò a salire la scala per raggiungerlo, venne immediatamente inondata di acqua gelida, e lo stesso accadde a tutte le altre scimmie, che pure erano rimaste a guardare. La scimmia coraggiosa scese e tutte se ne rimasero per un po’, intirizzite, ad osservare il casco di banane con desiderio. Ma la tentazione era troppo forte, e presto un’altra scimmia si accinse a salire la scaletta. Di nuovo l’acqua gelida venne spruzzata con abbondanza sull’impavida e sulle sue compagne.Quando una terza scimmia cercò di avvicinarsi alla scala, le compagne la trascinarono giù, picchiandola, per evitare l’acqua. Fin qui l’esperimento non si discosta molto da quello di Pavlov o dai topini che imparano a percorrere un labirinto in cerca di cibo, ma le cose si fanno più interessanti.
Una delle scimmie che erano state presenti all’esperimento fu sostituita. La nuova scimmia tentò naturalmente subito di accedere alle banane, e venne agguantata e picchiata dalle compagne prima che l’acqua gelata le raggiungesse. Una seconda scimmia venne sostituita, e quando tentò di salire la scala, venne bloccata dalle altre, COMPRESA QUELLA CHE NON AVEVA MAI SPERIMENTATO L’ACQUA! Alla fine dell’esperimento, tutte le scimmie erano state sostituite, e nessuna di loro aveva mai provato lo spruzzo gelido. Eppure nessuna di loro si azzardava a salire la scala…
La metafora è chiara: nonostante le esortazioni quotidiane (da parte del management, ad ogni livello) ad essere collaborativi ed innovativi, ci troviamo spesso spruzzati di acqua gelata ad ogni tentativo e, quel che è peggio, sono spesso i colleghi a sopprimere ogno slancio innovativo. Il senso di impotenza ed inutilità pervade ogni angolo dell’organizzazione e la rinuncia è all’ordine del giorno.
Quante volte vi siete sentiti una scimmia impavida e piena di buoni propositi, pronta a salire su qualsiasi scala per prendere un casco di banane, non solo per sé, ma da dividere con le compagne?
E quante volte invece avete agito da scimmia impotente e depressa, affermando che “non si può” salire la scala, senza che neppure ve ne fosse chiaro il motivo?
Ma ho una buona notizia: non siamo scimmie. Ed abbiamo la possibilità di superare il senso di impotenza, di rompere gli schemi e modificare l’esperimento, attivando un circolo virtuoso di potenzialità che si opponga al circolo vizioso dell’impotenza.

Questa voce è stata pubblicata in collaborazione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.